Le auto ibride sono davvero amiche dell’ambiente?

Toyota Prius

In questo periodo sta iniziando a prendere piede la modo delle auto , quelle automobili che oltre a un classico motore termico ne hanno uno supplementare .

Questo motore   dovrebbe nelle intenzioni dei produttori coadiuvare un motore termico e produrre un surplus di potenza che permetta l’uso di un motore termico di cilindrata piu piccola,  dando la possibilità di utilizzare solo il motore elettrico in città a basse velocità, in modo da ridurre i consumi nel misto.

L’ibrida più famosa, la , infatti combina un motore a di 1500cc da 78cavalli con un motore elettrico da 35 cavalli, renedendo 113 cavalli in modalita ibrida, ma la cosa piu sconvolgente la troviamo quando vediamo le specifiche tecniche: 1725Kg di peso e un consumo 23,2 km con un litro, se noi prendiamo un’auto piu o meno confrontabile come dimensioni e presetazioni, ad esempio la fiat idea 1.3 da 90cv scopriamo che consuma piu meno lo stesso (supera i 20 km con un litro), pesa meno (1200kg)  e la guida è pure piu divertente, senza contare che l’italiana costa molto meno (circa 7000 euro in meno della giapponese).

Se poi guardassimo le piccole utilitarie i consumi, i pesi e i prezzi di listino sarebbero ancora piu favorevoli, allora perche ci si continua a ostinare a volere delle auto ibride, quando si possono ottenere gli stessi risultando ottimizzando i pesi e le prestazioni delle auto termiche?

La stessa Fiat sta per mettere in commercio un piccolo motore bicilindrico a benzina di 900cc, dai consumi ridottissimi ma dalle prestazioni di un motore di cilindrata quasi doppia (110 cavalli) , motori del genere uniti all’uso di materiali piu leggeri x contenere i pesi consentono di ridurre i consumi e le cilindrate ridotte le emissioni, evitando l’uso di batterie, molto costose e  molto dannose x l’ambiente (specie x lo smaltimento a fine vita)

Alla fine l’ibrido si rivela solamente un operazione di marketing, basti vedere la , famosa per essere l’ibrida piu economica sul mercato. Peccato che per contere i costi, oltre ad utilizzare materiali scadenti che le hanno fatto guadagnare giudizi molto negativi dalla stampa di tutto il mondo (addirittura penultima nella classifica del consumer reports statunitense), monta un motore elettrico di soli 15cv che non permettono l’uso dell’auto in modalita solo elettrico neanche alle basse velocita.
A quel punto a che serve avere un ibrido? Solo a ricevere incentivi governativi?

Brian Boitano (redattore)

Ti potrebbe interessare anche...

82 Risposte

  1. Paride Baristi scrive:

    Professò, per cortesia ci risparmi il predicozzo – da che pulpito poi , visto che arriva distribuendo insulti e apprezzamenti gratuiti e del tutto fuori luogo ..

    E non cominciamo a fare le vittime – qui l’unica vittima è la corretta informazione, quella vera

  2. Insightman scrive:

    Caro signor Brian, Professor e compagnia…non ci siamo proprio. Tra gente che prende posizioni assolute, a chi dice immense idiozie, del tipo dell’ibrido non me ne può fregare di meno, non è nemmeno da prendere in considerazione. Come ho scritto anche su altri forum, se si discute bisogna avere dati, non come nello schifo di articolo che sta qua sopra. Non facciamo come i bimbi di 2 anni: questo è bello, questo è brutto, non sei più mio amico. A 50 anni si dovrebbe avere un’idea in testa, e un minimo di competenza per poterla supportare…
    Aggiungo che talebani lo andate a dire a qualcun’altro, perchè non si generalizza…Non ve l’ha insegnato la mamma 130 anni fa?

    E in particolare:
    – bisogna non sapre un emerito cavolo di niente di macchine se si confronta una Prius o Insight a una Idea (che comunque rispetto e non critico come macchina, ma è di segmento, qualità, casa produttrice diversi)
    – parlo della Insight: grazie anche agli incentivi (ma anche senza considerarli la convenienza resta ugualmente) con meno di 16500 euro ci si porta a casa un’auto che ha più accessori di una A3 o una Golf. I costi di gestione per me sono bassissimi, pari a una piccola utilitaria…sapete o no che di bollo si spende meno di 170€?? Sono tanti??? Il motore elettrico è piccolo, molto, ma riesce comunque a: 1) ridurre i consumi del 35% in media; 2) funzionare da solo per 2km procedendo in piano a una velocità inferiore a 50 km/h.
    Se guidata in S diventa una sportiva 1.6, da utilizzare con un cambio i-Shift sequenziale con i paddles dietro al volante…che tira fino a 190…(la idea si sfascia a 145 eh, ricordatevelo)

    Voi scrivete, scrivete le vostre boiate…io intanto vi brucio al rosso, consumando e inquinando la metà di voi…l’importante è che sia soddisfatto io della mia scelta…di voi non mi importa più di tanto.
    Saluti.

  3. Brian Boitano scrive:

    non vedo che senso abbia commentare dicendo che l’articolo scrive boiate, quando leggo boitate peggiori nel commento (tipo che l’idea si sfascia a 145…)

  4. The Professor scrive:

    @Davide
    Lei non ha letto bene i miei interventi. Non ho mai scritto che lei ha dato del talebano o del cane da muta a nessuno. Legga bene, sono io che lo sto dicendo a voi. Se non fosse chiaro, ribadisco il concetto : siete dei fondamentalisti assetati di sangue.

    Io non aggiungo alcuna disinformazione perchè non ho detto nemmeno una parola riguardo alle auto ibride. Sto solo criticando il vostro atteggiamento (forte anche della Sua frase “chiunque è libero di esprimere la propria opinione”). Anche lei ovviamente è libero di esprimere la sua opinione, ma non credo abbia il diritto di inalberarsi se qualcuno critica il suo (vostro) atteggiamento da talebani. E non mi frega niente se il signor insightman si duole dell’essere chiamato talebano. Provi a togliersi il turbante e a tagliarsi la barba, e vedrà che il mondo sarà migliore.

  5. Davide scrive:

    Avevo ben chiaro che era rivolto a noi, per questo mi sono arrabbiato. Ma se tu, emerito imbecille, insisti offendendomi, non posso esimermi dal risponderti a tono. Se sono talebano io, probabilmente tu sei un pedofilo.

    Perso troppo tempo sulle pagine di un imbecille, aiutato da un saccente pederasta.

    non perdere tempo a rispondere. Torna a scuola a violentare studentesse…

    che c’entra?? quello che c’entrano le tue offese gratuite. IDIOTA.

  6. Paride Baristi scrive:

    Professò, ti lamenti perchè qualcuno è venuto a commentare sul blog ( e qual’è lo scopo di un blog se non invitare al commento ) , correggendo dati oggettivamente sbagliati e palesi inesattezze MA SENZA INSULTARE NESSUNO, e lo fai etichettando malamente quelle stesse persone ?

    Non ti rendi conto che , anche se ti ergi a paladino della supposta vittima , sei stato tu il primo a comportarti in modo indegno ? E’ il tuo intervento che eventualmente ha fatto degenerare quella che prima era una discussione impietosa verso le evidenti mancanze, ma corretta e civile.

    Ti raccomenderei ti risparirire all’improvviso come sei arrivato ma, conoscendo il personaggio (classico stereotipo che si ritrova su Internet), so che sarebbe inutile.

    Per Brian… mi spiace notare la tua vista alquanto selettiva, che ti porta a vedere solo alcuni post e ignorare del tutto quelli più civili e allo stesso tempo corretti e documentati. tipico anche questo.

  7. stratocaster scrive:

    ho deciso di vendere la prius, dopo 2 anni e mezzo che la posseggo, non ne posso più e ho deciso di venderla e di liberarmene perche’ essa mi ha stravolto la vita! sono arcistufo!!!

    alcuni motivi??

    eccoli:

    -non ne posso piu’ di guidare un’auto che mi fa sentire troppo “ecologioco” e buono con il mondo………. io voglio essere puzzone e sporcare l’aria e che cavolo……. voglio inquinare liberamente…..si inquinare, inquinare, inquinare……. se no che vivo a fare??? se non lascio un po’ di sane schifezze e puzza in giro e nell’aria che valore ha la mia vita?? i posteri non sapranno nemmeno che sono esistito!

    -non ne posso piu’ di guidare un’auto, scema, che sembra sempre che abbia il motore rotto…………. ma perche’ cacchio continua a spegnersi e accendersi sto motore??? che pizza! questo cavolo di motore che un po’ va e un po’ no, hanno anche dovuto mettegliene un secondo elettrico! ma che cacchio!!!
    bisogna essere idioti per fare andare un mezzo con 2 motori (anzi 3) quando potrebbe andare benissimo con uno solo!!! che boiata di auto si sono studiati?? giusto per complicare un po’ le cose semplici!!!

    -non ne posso piu’ di guidare un’auto che non consuma un cavolo che mi ha anche tolto una delle piu’ grandi libidini che avevo prima cioe’ la libidine di andare a fare benza!! Adoravo fare benza, piu’ dovevo farne e piu’ mi sentivo consumatore ed in quanto consumatore mi sentivo vivo!!!
    ora sembro un mezzo cadavere che cammina, mi trascino sperando nell’arrivo del momento in cui andro’ a fare benzina ma con sto cavolo di auto che sembra vada ad aria………qui la benza si fa davvero poco………accidenti a sti giapponesi…….mi hanno tolto anche uno dei pochi piaceri della vita…..la pompa.

    -non ne posso piu di andare in giro con una macchina cosi silenziosa che, da quanto e’ silenziosa mi fa venire male alle orecchie perche’ continuo a ravanarmele pensando di avere le orecchie tappate e di non sentirci piu!!
    cacchio di auto!!! ora giro con 2 orecchione gigantesche da quanto sono irritate a furia di ravanarmele!!!

    -non ne posso piu’ girare con un’auto senza la frizione………e’ asimmentrica!!! e io odio gli asimmetrismi…….uso solo la gamba destra e della sinistra non so piu che cavolo farmene……….mi si sta ratrappendo……se vado avanti cosi va finire che mi si stacca per processo evolutivo perche’ non mi serve piu’ a niente! che cavolo……….va a finire che mi tocchera’ andare a fare palestra per colpa di questa stupida macchina se no davvero perdero’ la gamba sinistra!!

    insomma un vero disastro!

    un vero cesso di auto.

    e finalmente ho, dopo quasi 2 lunghi anni e mezzo, preso la decisione di liberarmene e di venderla e di tornare ad essere me stesso, invece di girare con questo obrobrio!!!

    che auto voglio?? la piu puzzona che c’e’ per sentirmi di nuovo finalmente nel mio mondo……..e lasciare a tutti segno che sono passato di qui!!!

    fan culo prius!!!

    W LA PUZZA!!!

  8. turbob scrive:

    Mi associo all’ amico Statocaster. Ma che l’ho comprata a fare sta Prius.???

    W LA PUZZA!!!!!!!!!!

  9. selidori scrive:

    Rinnovo la richiesta di cui sopra, che è stata ignorata: si potrebbe sapere per quale motivo viene considerata costola la manutenzione di un’auto ibrida?

    In cosa costerebbe di più?

    La mia domanda è seriamente interessata, non polemica.

  10. The Tramp scrive:

    Brian ha sicuramente preso i costi di gestione ACI per il calcolo del rimborso chilometrico, senza considerare il fatto che l’ACI conta una vita di 250.000 km per le diesel e di 130.000 km per le benzina sotto i 1500.

    Questa applicazione dell’ammortamento rende la Prius più costosa e non conveniente, se devi buttare via 25.000 € di auto a 120.000 km, mentre il diesel da 16.000€ dura 250.000 km

    E’ tutto scritto sul sito ACI, sezione “Note Metodologiche” http://www.aci.it/fileadmin/documenti/servizi_online/Costi_chilometrici/Metodologia_web.pdf
    La vita tecnica massima convenzionale è stabilita a seconda dell’alimentazione e della cilindrata: per le autovetture a benzina fino a 1.000 cc é stimata pari a 120.000 Km, per quelle da 1.001 a 1.500 cc é pari a 130.000 Km e per quelle oltre 1.500 cc é pari a 150.000 Km. Per le autovetture a gasolio fino a 1.500 cc é pari a 250.000 Km e per quelle oltre 1.500 cc é pari a 300.000 Km.

    Sapendo che ci sono tassisti con Prius a 400.000 km posso contare sul fatto che la Prius mi dura di più di una vettura a gasolio. Fonte: http://www.hybridexperience.ca/Toyota_Prius.htm#hybridtaxi
    Quattroruote ha persino intervistato uno con con la Prius a oltre 500.000 km.

  11. apsx scrive:

    Carissimo professore, un blog e’ fatto apposta per esprimere liberamente i propri pareri. Un conto e’ dire : “io credo che”, un conto e’ dire: “la verita’ e’ questa e chi non la pensa come me e’ un radical chic che si vanta di essere ecologico”.
    Questo per me e’ un insulto. Io come ho scritto (in maniera pacata, senza insultare nessuno, senza dare titoli, soprannomi a nessuno), ho fatto una scelta libera, consapevole ed in buona fede.
    Ora come ho scritto, se uno e’ contrario all’ibrido e’ liberissimo di esserlo, pero’ non e’ libero di dare titoli ad altri individui (che sono esseri umani) che hanno fatto scelte diverse dalle sue.
    E’ questo che io non condivido.
    E’ l’essere categorici che non condivido, e’ lo sputare sentenze in assoluto che non condivido.
    E’ questo per me essere talebani. Se poi un forum o un blog come questo non e’ tecnico ma generalista, a maggior ragione deve evitare prese di posizione drastiche e giudizi verso altre persone (umane e come tali pensanti e magari che possono pure commettere errori in buona fede), senza dargli dei radical chic e senza insultarli dicendo che seguono le mode (perche’ cosi’ ho capito leggendo i post) al solo fine di vantarsi di essere ecologici. E’ questo il punto. Poi uno puo’ pensarla diversamente, puo’ non essere tecnico e tecnologico (benissimo, ma allora perche’ parla di tecnologia?), ma non puo’ mai e poi mai, in alcun modo permettersi di etichettare a priori chi la pensa diversamente da lui. Io non mi sono mai e poi mai permesso di dare qualsivoglia etichetta a chi la pensa diversamente da me, non mi sono mai e poi mai permesso di dare del talebano a nessuno e non ho inventato epiteti verso chi compra diesel (degnissime persone, per carita’).

    Quindi caro professore, eviti di affibbiare titoli, per cortesia.

    Mediate gente… meditate..

  12. Stefano_09 scrive:

    Signor Boitano e Professor , perchè non andate a spiegare ai Giapponesi che hanno comprato la Prius e la Insight negli ultimi 6 mesi quanto sono stati idioti?
    Mi raccomando cercate lo stadio più capiente che potete per la vostra conferenza, solo nell’ultimo mese 27 mila Prius (prima assoluta nelle vendite) e 7 mila Insight… forse è meglio se organizzate un tour in più date.

    Cordiali salumi.

  13. The Professor scrive:

    @ Davide : il giochetto dello specchio riflesso è permesso fino alla terza elementare. Già in quarta si viene considerati deficienti dagli stessi altri compagnetti di scuola. Almeno io entro nel merito nell’accusa di nerd talebano automobilista, mentre tu tiri dentro pedofilia e stupri solo perchè hai la bocca e ogni tanto, purtoppo per l’umanistà devi dargli fiato.

    @Paride. Non commento il fatto di venire qui a “commentare”, ma l’atteggiamento da branco. Sicuramente vi sarete messi d’accordo per venire ad assaltare questo forum. E’ un atteggiamento da cani idrofobi.

  14. Presmanno scrive:

    Signor Boitano,

    provo a rispondere alla sua domanda “a che serve avere un ibrido?”

    Secondo me, e ripeto secondo me, la tecnologia ibrida applicata alla mobilità individuale è la tecnologia del prossimo futuro.
    Inutile nascondersi dietro a cifre, sondaggi e prove, attualmente le auto ibride non stracciano quelle tradizionali in quanto a costi di esercizio, non è che un’auto ibrida ti conseta di spendere tre volte meno rispetto ad un’auto tradizione. E’ vero però che le auto ibride (Prius e Insight per il momento, almeno qui in Italia) sono un po’ più risparmiose delle pari categoria (e non solo) tradizionali.
    La mia Prius ultimo modello, seppur nuova, mi consente percorrenze che sono superiori a quelle di qualsiasi altra auto a benzina pari categoria (e non solo) ed è quantomeno pari con le pari categoria a gasolio.
    Ma non è questo il solo motivo che mi ha spinto a questa scelta, vede basandomi sulla mia premessa (quella sulla tecnoligia del futuro) sono convinto che i veri miglioramenti si avranno solo quando avremo più attori in gioco, insomma quando avremo più concorrenza e quindi le diverse case costruttrici dovranno confrontarsi sul Kw in più da immagazinare, sulla velocità di ricarica, sull’autonomia ecc… e solo incentivando le case produttrici a confrontarsi con queste tecnologie sarà possibile ottenere questo risultato.
    Questo è il mio sogno e ho deciso di farne parte e non solo di osservarlo dall’esterno.

    Cordiali saluti

  15. Paride Baristi scrive:

    Professò, è normale che “chi sa” e ha la possibilità di correggere palesi inesattezze possa avere voglia di prendersi la briga di farlo . E’ un sistema alla base della possibilità di crescita e diffusione della conoscenza su internet .

    – Brian riporta dei dati inesatti, su cui si è costruito un’idea – altrettanto sbagliata
    – I dati vengono corretti e gli viene fatto notare l’errore

    In un mondo perfetto considererebbe i nuovi dati, rifarebbe un po’ di ricerca – serie, questa volta – e probabilmente potrebbe rielaborare la sua idea in merito.

    Invece qui abbiamo l’autore che non vuole ammettere errori e cerca di mettere pezze su pezze , e un sedicente professore di stile che arriva insultando.

    si commenta da sè ..

  16. Martin Sileno scrive:

    moschebianche è un blog libero ed aperto a tutte le voci, anche quelle dissonanti. Se qualche possessore di auto ibrida volesse magari scrivere una recensione dettagliata qua troverebbe certamente spazio

  17. stratocaster scrive:

    poesiola un po’ bislacca da taleban terrorista ibridato!

    ——-

    poesiola:

    guarda guarda il professore,
    ci ha passato il suo malumore,
    alla fine sol per dire
    che lui solo i diesel vuol sentire.

    e noi siamo sconcertati,
    e per altro un po’ alterati.
    ma poi ci rendiamo conto
    che invece lui e’ proprio un tonto!

    poi abbiam letto pisellino
    che forse, tra l’altro, e’ ancor piccino
    dice che le batterie
    dalla cina devon venire

    e con questa “diceria”
    lui sostiene in allegria
    che le nostre batterie
    esse inquinano a non finire.

    oh tu guarda….
    ma che storia…
    questa non la sapevo
    oh porca troi..!!!

    oh mio caro pisellino
    tu dimentichi un pochino
    che le nostre batterie
    non son mica fesserie

    ma torniam al professore
    in fondo e’ lui il grande untore,
    untore nel senso che ama l’unto,
    l’unto diesel per l’appunto!

    brain botano ci ha poi detto
    prendendoci anche un po’ di petto
    che noi siamo talebani
    e di prius un po’ malsani!

    forse lui ha un po’ ragione
    malsani siamo ma e’ un piacerone!!
    la priussina che ci da malsanita’
    e anche per questo ci piace come va’!

    poi e’ tornato il professore
    che “branco” poi ci ha voluto chiamare
    noi siam branco, si, ma intelligente
    perche’ sappiamo usar la mente!

    dice inoltre che noi siam inutili,
    ma ci dice cose futili,
    che ci frega tanto e’ unto
    ehi professore comprati la punto!

    dici che abbiam la bava in bocca
    ma la cosa non ci tocca
    ci dai dei “terroristi e stupratori”
    ma oh! ci fai? o sei proprio fuori!!!???

    o mio caro professore
    mi stai mettendo di buon umore
    perche’ leggerti e’ uno spasso
    e immaginarti e’ ancor piu grosso.

    ti immagino li tutto ingrugnito
    che pensando alzi anche il dito
    maledendo noi priussisti
    come talebani terroristi!

    talebani e sanguinari
    ma sei uscito dai binari!!!!!
    professo’ ma tu sei fuori!
    ma che hai fumato?, o che ti odori!!!!??

    o che cacchio di poesia
    sto scrivendo o mamma mia!
    e’ che sta storia mi ha stimolato
    e io non mi sono certo risparmiato!!

    ma ormai siam giunti alla fine e
    e una cosa dire mi conviene
    lasciamo stare il professore
    crogiolarsi nel suo malumore

    noi divertiamoci con le nostre prius
    che non saranno certo dius!
    ma son comunque belle priussine
    fiere, toste e birichine!!

  18. stratocaster scrive:

    ragazzi scusate!! dopo i miei interventi un po’ bislacchi!! e volutamente dissacranti, anche perche’ qui, mi pare che ci si stia un po’ troppo prendendo sul serio, su un argomento che dovrebbe essere lasciato al libero piacere personale, come quello di guidare un’auto o un’altra.

    ma cos’e’ una guerra’ il possedere un’auto???
    qui sembra quasi si scateni il finimondo!
    ho sentito addirittura dire “talebano terrorista!”
    ma che e’!!!!

    ma e’ un’auto…….ragazzi……un’auto!!! e’ un insieme di ferro, alluminio, elettronica, plastiche ecc.

    non e’ mica una macchina da guerra!!!

    e’ un’auto che serve per portarci in giro e nulla piu!!!

    non c’e’ mica da fare guerre per l’auto!!! suvvia!

    guardate personalmente io possiedo la prius, da 2 anni e mezzo, ne sono strafelice, e vi posso dire che su un’auto classica mi sento ormai proprio a disagio.
    perche’ ho comprato la prius…..semplicemente perche’ cercavo un’auto senza cambio manuale (che non sopportavo piu) ma sentivo in giro una valanga di problemi di persone che avevano auto con cambi automatici robotizzati!
    la mia idea e’ stata allora dirmi, quale soluzione migliore per non aver problemi che prendere un’auto che il cambio non ce l’ha???

    sono 2 anni e mezzzo che la guido e ne sono contentissimo!

    ma questo non significa che ci debba essere in atto una guerra fra opposte sezioni!!

    stiamo scherzando!

    io sono contento di questa, altri sono, spero, contenti della loro!!!!

    punto!

    l’auto e’ come una lavapiatti!!! non e’ mica il senso della vita! uno compra quella che gli piace di piu’ e l’importante e’ che sia contento lui di come si trova e di quella che si e’ comprato!

    il mondo e’ bello perche’ e’ vario!

    ci sono tanti modelli di cose, mai come oggi, e viviamo in un mondo (quasi) libero dove ogniuno puo’ scegliere quello che piu’ gli aggrada.

    che poi si dicano cose strane……che centra…..io potrei dire che la mia lavapiatti fa anche i “grattini” ai piatti mentre li lava…….. posso inventarmi le cose piu’ strambe!

    ma……alla fine quello che conta e’ che io sia contento della mia situazione o nel caso auto del mio acquisto.

    se io sono contento di cio’ che faccio e di cio’ che ho poi sono in pace con il mondo! e quello che piu’ mi interessa e’ che le altre persone siano, anche loro, soddisfatte delle loro cose.

    qui invece mi sembra davvero di aver letto accuse un po’ assurde…..

    ripeto ragazzi……sono auto……..non macchine da guerra…….o macchine che devono generare guerre!!!!

    sono mezzi su 4 ruote e il loro senso e’ aiutarci a spostarci da un punto A ad un punto B sulla crosta terrestre……tutto il resto lascia il tempo che trova!!!!

    tutto quello che conta e’ solo che “lo spostato” dentro l’auto sia contento di come si sta spostando!

    tutto il resto non conta!!

    questo e’ quello che penso io!

    io sono contento della prius………punto!

    gli altri…….spero possano essere contenti di cosa hanno…….altrimenti si finisce che ci si accusa reciprocamente per cose davvero futili e assurde.

    questa la mia opinione seria, al di la delle bislaccherie che ho scritto sopra!!!

    stratocaster

  19. The Tramp scrive:

    PROVA DELLA PRIUS (Modello 2005)

    COM’E’
    La nuova Prius è lo stato dell’arte dell’alimentazione ibrida, con un motore a benzina e uno elettrico ben coordinati tra loro. Senza compromessi rispetto alle auto con un solo motore: spazio, praticità, comfort, equipaggiamenti e prestazioni non temono confronti e nemmeno l’affidabilità, come dimostrano otto anni o 160.000 chilometri di garanzia sulle parti che compongono il sistema ibrido, batterie comprese. Consumi ed emissioni sono da primato e, finalmente, il prezzo non è spaziale come la sua tecnologia.

    STILE MAISON La nuova Prius ha uno stile meno sovietico e molto più moderno rispetto alla prima serie, forse non un cigno ma in linea con lo stile della maison Toyota. Soprattutto non è più una berlina a quattro porte (se ne dispiaceranno spagnoli e greci che amano il genere…) ma una comoda hatchback, come chiamano gli inglesi le cinque porte.

    FENDENTE La forma a siluro sembra pronta a forare l’aria senza sbatterci contro. Il frontale pulito, con grandi fari, è la punta del siluro che continua con fiancate alte e, sopra, con il tetto concavo come quello di una pagoda per fini aerodinamici: la Prius ha un ottimo Cx di 0,26. La coda è protesa in avanti, segnata da grandi luci agli angoli e con il lunotto diviso in due: una parte quasi orizzontale e una, brunita, verticale, separate da un grande spoiler. Le luci di coda hanno una particolarità, gli stop a led riflessi: non sono necessarie decine di led, ma la luce di sei è riflessa e amplificata da altrettante parabole. Intelligente: cosa non si fa per risparmiare energia…

    SPAZIALE Se la prima Prius era già un’auto vera con un bagagliaio vero, la nuova Prius offre davvero tanto spazio al suo interno. Lo stile semplice e senza orpelli dell’abitacolo contribuisce a dare luce e spazio ai posti anteriori, con un comodo divano per chi siede dietro e un bagagliaio da 408 litri: non è molto alto se si nascondono i bagagli sotto la tendina ma cela un altro vano sotto il piano di carico. È comunque ampio e con la possibilità di allargarsi abbassando i sedili posteriori. Per i piccoli oggetti, invece, la Prius è una miniera di piccoli e grandi vani, dal grande baule/poggiabraccio tra i sedili anteriori al doppio cassetto sulla plancia davanti al passeggero, dagli immancabili portalattine anteriori e posteriori a vani e tasche sparsi ovunque.

    PLANCIA DI COMANDO Tutti, o quasi, i comandi sono raccolti nella bella consolle centrale, un Monte Bianco che in vetta incorpora il visore touch screen da 7 pollici e che si allarga a valle con una finitura tipo lacca nera raccogliendo i comandi dello stereo JBL con cambia Cd a sei posti (in plancia) e lettore di cassette. Subito a sinistra, il piccolo selettore del cambio automatico. E gli altri comandi? Tutti sul volante, a portata di dito più che di mano: si comanda lo stereo, il climatizzatore, il telefono, il comando vocale e si sceglie la schermata di informazioni sul visore. Per le funzioni speciali si procede scegliendo la schermata necessaria sul visore. Intelligente e comodo.

    BIMOTORE La tecnologia Prius rimane sostanzialmente la stessa ma, con la nuova Prius, si evolve e si perfeziona. La novità più importante è la possibilità di muoversi soltanto grazie al motore elettrico a discrezione del pilota, premendo il pulsante EV, e non più a discrezione del sistema. Poi, la Prius si dota di motori più potenti, un 1.5 a benzina ciclo Atkinson (non è un profumo, è un motore a scoppio con migliore efficienza termica rispetto a un tradizionale ciclo Otto) da 77 cavalli (57kW) e 115 Nm a 4000 giri, e un nuovo motore elettrico potente come un mille a benzina, con 50kW e 400Nm tra 0 e 1200 giri. Nuovo anche il pacco batterie al Ni-Mh che pesa 39 kg e inedito è il circuito ad alta tensione, per migliorare ulteriormente l’efficienza elettrica.

    SINERGICA I due motori lavorano insieme. Quando il motore a benzina sta funzionando con ridotta efficienza, la Prius si muove soltanto grazie al motore elettrico. In condizioni di guida normali, la spinta arriverà sia dal motore a benzina sia dal motore elettrico. Il sistema controlla continuamente l’efficacia dei rapporti di generazione della potenza e di distribuzione della forza motrice, attento a non sprecare energia e immagazzinare gli sprechi ricaricando le batterie. La nuova Prius ha un motore elettrico più potente ed efficiente e tende a utilizzarlo il più possibile, spegnendo il motore a benzina completamente quando è in condizioni di scarsa efficienza. Controllando poi in modo selettivo la velocità delle fonti di potenza la Prius simulare una variazione continua del rapporto del cambio, proprio come avviene su un normale CVT.

    BY WIRE La Prius è tutta cablata. Non soltanto l’acceleratore, ma anche i freni e il cambio: quando si premono i pedali si attivano comandi elettronici che misurano la forza applicata sui pedali e regolano di conseguenza le funzioni desiderate e la piccola leva del cambio potrebbe essere sostituita da pulsanti, come avviene per la funzione parking. In questo modo, tutto è sotto controllo e si ottiene il miglior coordinamento tra tutti i sistemi elettronici di bordo. Come avviene con il controllo di stabilità VSC, che diventa VSC+ intervenendo anche sull’assistenza elettrica dello sterzo per facilitare manovre di recupero. Tutto elettrico è anche il climatizzatore, per funzionare anche a motore spento e risparmiare benzina.

    SUPERLEGGERA 445 centimetri di lunghezza massima, due motori, le batterie… ma la Prius pesa poco, 1300 chilogrammi, grazie a materiali leggeri (cofano e portellone sono in alluminio) e a una attenzione maniacale alla dieta per pesare soltanto 35 kg in più rispetto alla prima Prius.

    DA’ I NUMERI Leggera, aerodinamica, bimotore. Così, la Prius accelera da 0 a 100 km/h in 10,9 secondi, raggiunge i 170 km/h e Toyota dichiara più di 23 km con un litro di benzina verde nel ciclo combinato. Con emissioni quasi a zero: 0,01 ossido di azoto, 0,02 idrocarburi, 0,08 anidride carbonica e articolato zero.

    COME VA
    La Prius è un’auto “normale” in tutto e per tutto e non richiede predisposizioni informatico-ingegneristiche particolari per poterla guidare, soltanto due facili istruzioni per l’avviamento. Premendo una volta sola il grande pulsante START sulla plancia, si attivano i servizi di bordo (stereo, climatizzatore, luci…). Premendo una seconda volta il testo tenendo premuto il pedale del freno, la Prius si avvia. In realtà non succede nulla, la Prius rimane zitta. Ma è pronta a partire.

    JOYSTICK Per muoversi è necessario selezionare il senso di marcia con la micro leva del cambio automatico: R, retromarcia, D, marcia avanti, B, in avanti con più freno motore e migliore ricarica delle batterie in decelerazione. Selezionata la marcia, la leva torna nella posizione di partenza e, appena si solleva il piede dal freno, si muove. Sempre in silenzio, come un tram dell’ultima generazione. Il mega schermo, da bravi bambini, lo teniamo sulla funzione INFO, per capire come la Prius sta consumando o generando energia. Un gioco…

    EV Se si preme il pulsante EV, a sinistra del volante, la Prius sembra davvero un tram. Soltanto il motore elettrico spinge, almeno fino a quando non si superano i 50 km/h o non si preme troppo sull’acceleratore. Se avete un amico con l’Harley, registrate il rumore e suonatelo con lo stereo di bordo, con il volume al massimo e i finestrini abbassati: la Prius è così silenziosa che i pedoni sembrano tutti pazzi suicidi e tentano di infilarsi sotto il paraurti. L’autonomia dipende dallo stile di guida e da qualche trucco: accelerando con moderazione e sfiorando il freno appena si rallenta, le batterie si tengono sufficientemente cariche per percorrere alcuni chilometri.

    PLAY STATION Seduti al posto di guida sembra di essere appesi a un volante da videogiochi. E non soltanto per la quantità di tasti presenti sulle sue razze, ma proprio per la posizione, con le braccia un po’ piegate se non si è dotati di gambe da fenicottero. Più scomoda da vedere che da vivere, con il passare dei chilometri la posizione poi si rivela comoda malgrado le regolazioni limitate: il volante si regola soltanto in altezza e lo schienale si aggiusta soltanto a scatti. Il sedile è pensato per la guida tranquilla e se si guida brillante trattiene poco nelle curve.

    SPINGONO IN DUE Le prestazioni della nuova Prius non hanno nulla da invidiare a quelle di un turbodiesel di pari categoria. Indottrinata a fini ecologici ed economici, la Prius tende sempre ad avere il braccino corto e a risparmiare energia, utilizzando il più possibile il motore elettrico ma limitando al necessario l’aiutino elettrico. Se si preme a fondo l’acceleratore, la spinta del motore elettrico si fa sentire e la Prius avanza senza farsi pregare. Sia nelle partenze da fermo, sia nei sorpassi, la Prius accelera rapidamente.

    UNO SCOOTER Il cambio è un ottimo trait-d’union tra i due motori, con cui si coordina sempre senza tentennamenti. Il rumore è quello tipico dei cambi a variazione continua, con il motore che sale molto di giri quando si chiede potenza alla svelta. Ma si guida facile come uno scooter e, se ci si ferma al semaforo, si spegne il motore termico (pronto a riavviarsi quando si preme sull’acceleratore) e torna la quiete.

    TENGONO IN QUATTRO Auto da famiglia, non per correre. Almeno è quanto ci si aspetta dalla Prius. Chissà perché ecologico debba abbinarsi a noioso. Sulle prestazioni, s’è già detto: la Prius va quanto una concorrente monomotore. Ma anche la guida lascia spazio al divertimento. La Prius è un’auto morbida, votata al comfort e tale è. Forse non è un miracolo di comfort acustico ma la Prius è pronta ad accompagnare in lunghi viaggi senza affaticare troppo.

    MAGNETISMO Anche se le sospensioni sono morbide e confortevoli, la Prius ha una inaspettata tendenza magnetica delle sue ruote all’asfalto, anche quando ci si dimentica del buon senso. Il suo servosterzo elettrico conduce con grande precisione le ruote anteriori dove vuole il pilota e le due ruote posteriori seguono bene le traiettorie senza sforzo apparente. Anche su strade infami, con continui cambi di pendenza, la Prius segue bene la strada con l’aplomb di un cigno. Molto bene.

    FRENI La posizione B non serve per le scalate da staccata pre-curva. Quindi è necessario affidarsi ai freni che meritano un capitolo a parte. Sono forti, potenti e molto resistenti ma il comando by-wire ha logiche differenti da quelle che ha in mente il pilota. Tutto bene quando si guida rilassati, quando il sistema si può permettere di pensare con tutta calma a quanto strizzare i dischi. Nel caso in cui sia necessaria una frenata di emergenza, poi, il sistema è un pilota molto più abile della media degli automobilisti e si produce in staccate da Gran Premio. Meno facile dosare la potenza quando si va forte e si guida sportivo, con il sistema che è conservativo e frena anche troppo.

  20. Paolo Giusti scrive:

    Salve a tutti,
    in effetti trovo molto superficiale l’articolo di Brian Boitano. Io la Prius l’ho scelta dopo attente valutazioni tecniche ma soprattutto economiche.
    I conti sono presto fatti:

    1) Mi hanno dato 6000 Euro circa di ecoincentivi
    2) 5 anni di bollo gratis
    3) 16% di sconto sull’assicurazione
    4) La macchina consuma meno di un’utilitaria
    5) La manutenzione di un’auto a benzina costa sensibilmente meno di un’auto a gasolio.

    Già qui ci si rende subito conto che alla fine anche partendo da 27500 Euro, il costo complessivo dopo 5 anni della macchina (quindi mettendoci dentro tutto tra benzina, manutenioni ecc) se raffrontato con il livello qualitativo dell’auto (tra qualità intrinseca e dotazioni) è imbarazzante: Non c’è macchina che tiene il passo. Anche 4Ruote in un recente articolo dove confrontava più di 300 auto ha messo in luce lo straordinario rapporto prezzo/prestazioni della Prius.

    inoltre
    6) Il concessionario mi ha regalato il pacchetto di estensione di garanzia fino a 5 anni km illimitati (valore 800Euro)
    7) La macchina è tra le più affidabili in assoluto
    8) Compri una macchina UNICA

    Io faccio circa 60.000Km annui e tra 5 anni la mia Prius avrà 300.000 Km

    Circa un mese fa misi a confronto un’AUDI A4 2.0 Avant e la Prius perchè erano le mie prime 2 scelte.
    Dopo 5 anni avrò risparmiato circa 8000 Euro. E siccome AUDI non prevede una estensione di garanzia a KM illimitati, tale valore è destinato ad aumentare se nei 300000km sull’AUDI si rompe qualcosa (e vuoi che non si rompa nulla???).

    Inoltre:
    Il valore residuo tra 5 anni dell’Audi A4 con 300000Km sarà uguale se non minore di quello della PRIUS con analoghi KM

    CONCLUDENDO:
    E’ da pazzi non comprare una Prius in questo momento!!!

    Infine e concludo, come direbbe Califano, una volta che hai provato una PRIUS, tutto il resto è noia…

  21. sincrono scrive:

    Ragazzi, viviamo in un paese democratico e, come mio principio, ho sempre rispettato le altrui opinioni. Quando una discussione assume toni non consoni a persone civili (vedi: talebani, stupratori, pederasti), vuol dire che qualche cosa non funziona. Parteggiare per un tipo di auto, pittosto che un altra è del tutto normale, ma qui abbiamo raggiunto toni da stadio con insulti da querela che dovrebbero farci riflettere un po’. Sono estrefatto e, come cita Stratocaster, alla fine stiamo parlando solo di auto, che io possa giudicare un modello più consono al mio gusto rispetto ad un altro è giusto ed io rispetterò le scelte di un altro. Trovo deplorevole, se non si hanno le carte in regola, esprimere giudizi su qualcosa che non si conosce e trovo altrettanto deplorevole insultare il prossimo. Invito Brian a rivedere le se idee e documentarsi meglio ed invito ttti gli altri che hanno ecceduto nei complimenti a fare un autocritica sul proprio livello di civiltà. Con questo saluto tutti e mi auguro che questa discussione cessi al più presto, onde lasciare spazio a cose più interessanti.

  22. selidori scrive:

    Per riportare alla civiltà e sopratutto alla buona informazione queste pagine, volevo proporre un mio articolo (mio al 100%, neppure 2 parole di copia-incolla) scritto alla bisogna ieri pomeriggio (mi sembrava che l’invito da parte di Martin Sileno (20/11/2009 • 15:39) fosse esplicito in questo senso, ovvero al poter scrivere un articolo più “completo”).

    Raggiungeremmo (sempre se il mio articolo ne ha i requisiti) il notevole risultato di fare informazione completa e corretta (come dovrebbe essere una testata giornalistica) così che poi ogniuno possa rileggere a mente fresca e lucida i commenti di cui sopra.

    Chiedo dunque alla redazione se la cosa appare gradita ed un indirizzo mail al quale postare il lavoro.

  23. symbel scrive:

    La cosa è graditissima!
    Invialo pure all’indirizzo della redazione redazione@moschebianche.it

  24. Holly! scrive:

    l’unico futuro sostenibile si avrà quando le auto le useremo AL MASSIMO una volta alla settimana. tutto il resto è merda

  25. selidori scrive:

    Ok, mentre finisco il mio articolo, ecco uno spot da TALEBANI, tanto per non rischiare di elevare troppo il livello della discussione:

  26. parmariu scrive:

    trovo molto interessante il poter discutere liberamente nei blog con raziocinio bisogna cogliere l’essenziale

  27. Previ scrive:

    A voi tutti, che considerate le ibride dei mostri, dei soldi buttati nel cesso, delle pattumiere ambulanti o cos’altro, dico solo che potrebbero passare intere giornate a spiegarvi che queste auto sono ECCEZZIONALI, ma sono altrettanto sicuro che non cambierebbe nulla dentro di voi!

    BASTA!!! Basta parole, barta numeri, basta test, basta paragoni impossibili!!!
    Quello che conta, se non ci avete fatto caso, è SOLO l’opinione di chi la guida tutti i giorni!!!
    Non sono potenti?? Beh, evidentemente la potenza che c’è alla gente basta, mica siamo cerchiamo sempre di fare il tempo sul giro!!!
    Hanno consumi elevati secondo i test?? I test sono sbagliati!! Si, quell’affermazione può sembrare una bestemmia, ma all’incirca i consumi medi della Prius 3 sono sui 4.5l/100km e della Insight 5l/100km DECISAMENTE bassi, in riferimento ad auto di dimensioni e pesi simili!

    Voi che scrivete questi articoli, perchè non fate riferimenti ai FORUM, dove si vede l’opinione della gente!!
    E’ quella che conta, non l’opionione di un tizio che l’ha guidata un giorno per mezz’ora!!
    Un auto cone la Honda Insight non è un auto qualsiasi, bisogna imparare a guidarla, ci vogliono settimane, se non mesi per imparare a utilizzare appieno le sue potenzialità e se non mi credete chiedete ha chi ne è proprietario!!

    ultime due cose:

    1) CON UNA SUFFICENTE QUANTITA’ DI NUMERI SI PUO’ DIMOSTRARE TUTTO!!

    2) IO NON CONOSCO NESSUN POSSESSORE CHE SI SIA LAMENTATO DI UNA IBRIDA!!

  28. Peppe scrive:

    nell’ultima versione motore e cavalli sono superiori a quelli citati…

    perchè ibrido e non td?

    semplice: perchè le td sono, dal punto di vista ambientale, delle vere e proprie bombe ambulanti.

    hai voglia di mettere fap, fip e flop… a parte la CO2 sputano una quantità di schifezze che non ne avete idea.

    già molto meglio la verde che il diesel: a parità di km percorsi un buon motore a benzina nel complesso emette molti meno veleni che un diesel di pari categoria.

    anche se spreca più benzina…

  29. Rossano scrive:

    Sarà… Ho una nuova Prius; auto splendida ecc. ecc., ma c’è in quello che alcuni dicono e in quello che Quattroruote ha scritto qualcosa che non torna. E riguarda i consumi.
    Vivo a Firenze e ho la macchina da 3 mesi, quindi una prima valutazione posso farla. Ed è questa:

    -Consumo medio in città (viaggiando con ‘parsimonia’ e attenzione): 6-6,5 litri ogni 100 km.

    -Consumo medio percorso extraurbano (autostrada e provinciale sempre viaggiando con ‘parsimonia’ ): 5-5,5 litri per 100 km.

    Quei bassissimi consumi decantati in Quattroruote – addirittura si parlava di 3-max 4 litri per 100 km in città – io non li ho riscontrati. Preciso che in città non supero mai i 50 kmh e in autostrada i 130. Forse l’asfalto di Firenze è ‘frenante’? O a Milano qualcuno spingeva la macchina di nascosto?
    Insomma è un’auto meravigliosa, ma quante cazzate vengono scritte! Ho provato anche a viaggiare senza riscaldamento, ma il risultato non è variato. Non mi si può accusare nemmeno di non saper usare il cambio o sgassare troppo, visto che la macchina è a presa diretta.
    E poi, mi ritrovo a leggere quello che scrive il signor PAOLO GIUSTI (BUGIARDINI):
    1) Mi hanno dato 6000 Euro circa di ecoincentivi – A me 3500 euro
    2) 5 anni di bollo gratis. Ma dove???? In Guatemala? Io pago il bollo intero, calcolato sui 2 motori!
    3) 16% di sconto sull’assicurazione. Ma quale assicurazione?!?
    4) La macchina consuma meno di un’utilitaria. Ma ce l’hai o ne hai sentito parlare??
    Lasciamo perdere…

  30. franco scrive:

    Il bello del web, chiunque anche senza capire nulla di una cosa puo’ comprare un dominio e scrivere boiate similari. ehhh che bello!
    Bisogna imparare a filtrare in un mondo cosi, a separare lo sterco dalle monete,
    questo sito per me finirà nel dimenticatoio degli innumeri siti totalmente inutili..

  31. Pegasus79 scrive:

    #Rossano:
    Direi che probabilmente hai la macchina leggermente “sfigata” o una guida che non riesco a concepire…
    Io normalmente faccio 40km al giorno in montagna, tra il garda e Trento…sinceramente:
    I consumi in città: io faccio una media di 4.1 e andando fuori in generale 4.3 adesso col caldo…prima col freddo in effetti 4.9 – 5.0 me li segnava….
    In autostrada non mi fa più dei 5.3 per cui direi che qualcosa non va nella tua guida…almeno a parer mio oppure qualcosa non va nella tua macchina!

    Come incentivi ti direi che io ne ho presi 5850 per la active bianco perlato…non so dove tu sia andato ma girando i concessionari onesti li trovi!
    E parlo con cognizione di causa perchè passando da trento a verona avevo quasi 4000€ di differenza…
    Io il bollo non ce l’ho gratis perchè non ho rottamato la macchina ma l’ho venduta semplicemente ma il bollo si paga solo sul motore termico e non su quello elettrico…fai un controllo!
    L’assicurazione sono sicuro che parli di quella convenzionata con toyota da stipulare all’acquisto dell’auto…se il concessionario non te ne ha parlato lamentati con lui!
    Ho provato un Aygo 1000 e consuma come una petroliera in confronto….per cui non direi che le utilitare sono parsimoniose se non parli della smart

    Prova a fare i controlli e a guidare “nella giusta maniera” e vedrai che i consumi sono quelli e sono reali!

  32. selidori scrive:

    @Rossano volevo ancora ricordare due cose che forse non ha considerato:

    – nei primi mesi l’auto è “LEGATA” ovvero deve fare il rodaggio e quindi consuma di più. Nello specifico per la prius si parla di circa 50.000 KM per poter migliorare sensibilmente i consumi. E’ questa una caratteristica unica ed eclusiva delle ibride ecco perchè forse nessuno te l’aveva detto

    – in inverno le auto (tutte le auto) consumano di più. Infatti al freddo sprecano dell’energia (termica) a tenere in temperatura il motore

    Ma dal tuo messaggio sono passati 4 mesi e ci scommetto una birra che ti sarai reso anche tu conto che i tuoi consumi sono migliorati E DI MOLTO, la spiegazione è dei due punti spiegati sopra.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)