Il menefreghismo degli italiani

bertolasoLe ultime parole di , capo della protezione civile, che si lamenta del fatto che le morti dei soccorritori avvenuta in Trentino si potevano evitare se la gente rispettasse gli avvisi e i bollettini, vi hanno fatto storcere il naso.
Le parole di , amministratore delegato di Trenitalia vi hanno lasciato di stucco perche si suggeriva di portarsi da casa coperte e panini.

Durante le nevicate degli ultimi giorni , incuranti degli avvisi, siete andati al lavoro in auto, e per giunta senza catene a bordo, magari lamentandovi dell’impedito davanti a voi che rallenta la strada, o del fatto che non sia stato sparso il sale o spalata la .

Se tutto cio è successo significa che siete il solito italiano, quello dello stereotipo del piu furbo, che in realtà furbo non è. Pensa che tutto gli sia dovuto, che gli avvisi e i divieti riguardano solo “gli altri”, e quando succede il guaio non si spiega perchè e da le colpe alle istituzioni.

, sappiate che se esistono delle regole, degli avvertimenti, degli avvisi, la maggior parte delle volte non sono messi li per caso. Sappiamo che amate il rischio, ma non è giusto che il prezzo di questo rischio lo paghi qualcun’altro, magari chi guida la macchina nel giusto verso, quando voi fate quegli inutili 200 metri in contromano per evitare di allungare la strada di pochi metri in piu, o come nel caso delle in Alto Adige, dove per l’incuranza di pochi hanno perso la vita degli innocenti soccorritori.

E’ bene mettersi una mano sulla coscienza prima di infrangere le regole, non è questione di una multa, o di “con tutti quelli che ci sono non staranno controllando mica me”, ma di , forse averne un po di piu’ può aiutare a migliorare l’Italia.

Brian Boitano (redattore)

Ti potrebbe interessare anche...

1 Risposta

  1. symbel scrive:

    Bertolaso ha perfettamente ragione e il ragionamento andrebbe esteso anche a coloro che in barba alle disposizioni del ministero degli Esteri se ne vanno nelle zone calde del medioriente a fare le traversate del deserto in bocca i gruppi terroristici.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)