Chi le spara più grosse?

Chi le spara più grosse? A sfogliare i giornali di oggi sembra di trovarsi in mezzo ad una gragnuola di proiettili, tra smitragliate di dichiarazioni e rivelazioni che escono da due bocche di fuoco molto diverse fra loro ma simili forse nella credibilità che esprimono.
La vecchia battuta: “ma ce l’hai il porto d’armi per sparare tutte queste cazzate?” risuona nei palazzi e persino nell’europa mediorientale e rimbomba sempre di più.
Prendiamo i due per eccellenza, prendiamoli uno a uno come succede per chi affronta Bruce Lee nei combattimenti sui materassini delle malfamate palestre della Cina.
Ali Agca, ve lo ricordate? Come no. E’ l’ispiratore delle tiziane maiolo di tutto il mondo solo che lui era più attrezzato e pensò bene di abbracciare l’allora pontefice Giovanni Paolo II in piazza san Pietro con una calorosa stretta al piombo rovente.
Ali Agca, l’uomo dei fantomatici lupi grigi, non si sa se per il vezzo di indossare maglioni con il collo a lupetto o per la reale appartenenza al gruppo, ora è fuori di prigione e subito pare gli sia stata offerta una suite principesca e un invito a partecipare al Ballando con le stelle turco. Milly Carlucci se l’è fatto scappare e ha optato per il più abbordabile Mike Tyson che sabato ha dato prova delle sue doti da ballerino per fortuna senza staccare a morsi le orecchie della partner a lui affidata.
L’attentatore del Papa si dichiara Gesù Cristo e ci crede, molto. Al di là del fatto che Nostro Signore sicuramente è più biondo e meno avvezzo alla schizofrenia non ci pare che questa sia una dichiarazione che deponga a favore della sanità mentale dell’uomo.
Fino a quando uno si dichiara Gesù e gli si può rispondere: “sì è vero” mentre gli si allacciano le maniche della camicia di forza ci può anche stare, diverso è se incontra a Istanbul Pietro Orlandi, il fratello di Emanuela, la giovane sparita in Vaticano nel 1983, e gli da assicurazioni che sua sorella «è viva e tornerà presto a casa», come riportato dal Corriere della Sera di oggi.
E’ vero che al giorno d’oggi non si sa più a cosa credere e che le cose incredibili spesso accadono ma illudere il familiare di una vittima un po’ come fanno i medium quando tentano di sfruttare la disperazione del genitore che ha perso il proprio figlio con l’illusione di riuscire a creare un contatto, mi sembra quantomeno di cattivo gusto.
Cattivo gusto su cattivo gusto è anche far diventare una star un povero pazzo che, non dimentichiamolo, è balzato agli onori della cronaca per un avvenimento delittuoso, uno dei tanti da lui compiuti.
Chi le spara più grosse?Il secondo personaggio del quale si parla nei quotidiani di oggi è Ciancimino Jr, il figlio del politico DC ammanicato con la .
Inutile ricostruire tutta la storia del signore in questione anche perchè è sufficiente comprare un libro di Gomez, Travaglio o una copia de Il Fatto Quotidiano un giorno a caso e un articolo sulla vicenda si becca sicuro.
Giusto per capirci però il giovane, figlio di cotanto padre, si sveglia dopo 15 anni e mette a disposizione delle autorità giudiziarie dei documenti, noti anche con il nome di “papello”.
Attentato al Papa, Papi e papello… ci stiamo avvicinando alla verità? Dan Brown ci scriverebbe una collana di romanzi.
Comincia così lo stillicidio di dichiarazioni di quello che ormai può essere ribattezzato con tono esortativo “Massimo Cianciameno” che ogni tot di giorni ne tira fuori una. Ieri ci ha fatto sapere che Provenzano godeva in pratica di una sorta di immunità e che è merito suo se si è arrivati ad acciuffare Riina, poi ci dice che Milano 2 è stata costruita con gli investimenti di suo padre e con denaro mafioso e ancora che Dell’Utri ha sostituito suo padre nelle trattative con Cosa Nostra.
Tutte dichiarazioni di poco conto, quisquilie e pinzillacchere come direbbe il principe Antonio De Curtis.
Capisco che l’accostamento tra il lupo grigio e il pappagallo siciliano sia un po’ azzardato ma entrambi sparano e lo fanno con pallettoni di grosso calibro. Tutto è possibile e se dovesse succedere che torna a casa a braccetto con e Milano Due intesta una strada al suo fondatore io mi cospargerò il capo di cenere e Moschebianche sarà il primo sito a documentare il tutto.

symbel (redattore)

Ti potrebbe interessare anche...

1 Risposta

  1. Damiano scrive:

    Io non so che fine abbia fatto la Orlandi e so che bisognerebbe aver rispetto per chi è fuori di melone ma Agca è veramente un bastardo a giocare con le illusioni e le speranze di una famiglia che ha visto sparire una ragazza più di 25 anni fa e non ha nemmeno una tomba sulla quale andare….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)