Un’auto elettrica rivoluzionaria

Un auto elettrica rivoluzionariaCi sono che hanno fatto la storia per la loro rottura col passato, macchine che hanno innovato il mercato creando nuovi segmenti e  nuove esigenze nel mondo della mobilità.

Se un tempo le innovazioni rivoluzionarie erano tante (si pensi all’introduzione del telaio portante, della trazione anteriore, dell’ per tutti ad esempio), perche ancora non si aveva l’attuale conoscenza del mondo automotive, fare innovazioni cosi innovative in tempi recenti è piu difficile.

Anche una scoperta importantissima come il common rail nei motori diesel, è solo un evoluzione del motore creato da Otto Diesel alla fine del ‘800.

A livello di mobilità l’unica innovazione degna di nota, ma che comunque non è riuscita completamente a centrare l’idea di chi l’aveva pensata è la , auto lunga 2.5 metri  in modo che si possa parcheggiare trasversalmente, occupando meno spazio nei parcheggi, con soli due posti, ma comodi, pensata per l’uso cittadino e alimentata da un motore elettrico.

Il progetto alla fine ha avuto successo, ma si è persa la possibilita di parcheggiarsi legalmente in posizione trasversale (la cosa non è stata recepita dai vari codici stradali, tanto che poi è stata abbandonata nel restyling della vettura, cresciuta di dimensioni), ma sopratutto il motore elettrico ,che solo adesso dopo quasi 15 anni inizia a equipaggiare una versione speciale della vettura (che tralaltro non viene venduta).

Una vera evoluzione di questo concetto di auto , per la citta e al contrario della Smart di basso costo, arriva dalla Francia: è la , un nuovo mezzo cittadino a trazione elettrica che pare fondere i concetti di e automobile, e che non sarà solo un’eccentrico concept da esporre nei saloni dell’automobile, visto che  sarà in vendita tra poco più di un’anno.

Dagli scooter prende la leggerezza, la disposizione in tandem dei passeggeri, le dimensioni contenute e il prezzo, soltanto 5000 euro, mentre dalle auto eredita lo schema meccanico e sopratutto le quattro ruote.

Sotto il “cofano” pulsa un propulsore elettrico da 15 kW (20 CV) e 70 Nm, per una velocità massima autolimitata  a 75 km/h.

Le batterie al litio posizionate sotto i sedili garantiscono un’autonomia  di 100 chilometri, che possono essere ricaricate completamente da una presa domestica in  circa 3 ore e mezza.

Grazie a un peso ridotto (420 chili) e a dimensioni estremamente contenute (2,30 x 1,13 metri), e un raggio di sterzata di soli 3 metri si abbinerà la comodita di un’auto con l’agilità di una : questa si che è una vera in termini di mobilità che di sviluppo dell’auto elettrica.

Brian Boitano (redattore)

Ti potrebbe interessare anche...

2 Risposte

  1. Redattore scrive:

    Un’auto si scrive con l’apostrofo…

  2. Brian Boitano scrive:

    corretto :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)