Corrado Tedeschi

nasce a Livorno nel 1952. Sin da piccolo mostrò una grande vena artistica. A soli 4 anni fece una comparsata nel flim Totò, Peppino e la malafemmina, insieme al principe De Curtis. Corrado è noto al grande pubblico per la carriera televisiva, soprattutto sui canali Mediaset, ma la sua grande passione è sempre stato il teatro.
Eppure, come tanti ragazzi italiani, ha tentato di sfondare nel calcio. Il padre, ufficiale di Marina, si mosse per mezza Italia prima di stabilirsi a Genova, dove Corrado mosse i primi passi da calciatore in una squadra chiamata Artigianelli, per poi passare nelle giovanili della . Fu compagno di squadra di negli Allievi juniores. “Nel mio piccolo ero un bomber.Ricordo con emozione quando mi consegnarono la borsa con la maglia blucerchiata e le scarpe”. La gli è rimasta nel cuore, è un tifoso appassionato, alla pari di altri personaggi come o .
Ma Corrado, cervello fino, capì presto che il calcio non gli avrebbe dato da mangiare. Inizia a studiare recitazione, diplomandosi al Teatro Stabile di Genova. Dopo aver girovagato per le radio private e qualche comparsata in Rai, sbarca alle reti Mediaset. L’esordio assoluto avviene come concorrente in M’ama non m’ama, trasmissione condotta da Marco Predolin . E’ il suo trampolino di lancio : dal 1985 al 1990 Corrado Tedeschi condurrà , gioco a quiz per ragazzi. Tra i tanti, parteciperà anche un giovanissimo , voce nota a tutti gli appassionati di ciclismo per le sue radiocronache insieme all’inseparabile Davide Cassani.
Corrado condurrà varie trasmissioni, tra cui due edizioni del Gioco delle Coppie, un concorso di Miss Italia, nonchè Studio Sport dal 1996 al 1999.
Ma il richiamo del teatro è sempre stato forte per Corrado Tedeschi. Negli ultimi anni è diventata la sua principale occupazione. E’ un apprezzato attore pirandelliano, ma ha recitato anche nel Don Giovanni di Tinto Brass. Attualmente sta girando l’Italia presentando una versione teatrale dell’ Anatra all’arancia, insieme a Debora Caprioglio.

Corrado è un uomo felice, che ha realizzato tutti i suoi sogni, tranne uno. Dato il suo passato, la Nazionale Attori l’ha visto protagonista in tante occasioni. “Avrei dato non so che per trovarmi di fronte la curva blucerchiata, cioè la Sud dei miei compagni di fede a Marassi”. Non è mai troppo tardi per lanciare una maglia verso la curva.

I termini più cercati:

Lapo Pelosini (redattore)

Ti potrebbe interessare anche...

3 Risposte

  1. camilla scrive:

    ciao! sono camilla tedeschi la figlia di corrado… vorrei aggiungere che non solo, fa e ha fatto tutto questo, ma è anche un padre meraviglioso.
    ti voglio bene papa.
    un bacione

  2. ester scrive:

    sono anni che volevo ringraziare corrado tedeschi per avermi tenuto compagnia nelle lunghe notti insonni insieme a umberto attraverso le onde di radio genova sound. oggi vivo a roma ma ho trascorso gran parte della mia vita a genova e la sua voce fa parte della mia adolescenza e non solo.mi piacerebbe che in qualche modo gli arrivasse questo ricordo che credo sia bello anche per lui.Ester 63

  3. Gino Romano scrive:

    Siamo sicuri della comparsata nella Malafemmina? il bambino in mezzo a totò e peppino ha almeno 8-9 anni, il film è del ’56, tedeschi del ’52….fatevi i conti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)