Jennifer, incinta dopo film porno in 3d

Incinta dopo film porno in 3dE’ innegabile che la tecnologia abbia aggiunto una dose enorme di realismo ai film. Chiunque abbia visto Avatar o uno dei vari film ultimamente in programmazione, si sarà certamente stupito per i favolosi effetti speciali, per le foglie svolazzanti che sembrano accarezzare il volto estasiato dello spettatore, quasi rapito dalla perfezione delle scene alle quali assiste e si sente immerso.

Erik Johnson, un americano di ritorno dall’ dove ha prestato servizio per svariato tempo, ha sperimentato sulla propria pelle la potenza della nuova tecnologia. La  caucasica moglie gli ha presentato il figlio che non sapeva di avere. Un bellissimo bambino di colore, un nuovo Balotelli dalla chioma arruffata, nato dopo la visione di un film porno in 3d, la nuova frontiera del divertimento interattivo.
Jennifer afferma di essere andata a vedere il in questione con un’amica a New York, e il bambino assomiglia in tutto e per tutto al gigante d’ebano protagonista maschile della calda pellicola. “Un mese dopo aver guardato il film ho iniziato a sentirmi non tanto bene, e un semplice test di gravidanza ha confermato il fatto di essere ”.
Pare che le serafiche parole del marito siano state “Al giorno d’oggi e con il grado di tecnologia che abbiamo raggiunto, tutto è possibile”.
Jennifer peraltro è consapevole del fatto che il suo matrimonio potrebbe essere a rischio, anche se crede che il prode soldato Erik si fidi ciecamente di lei.

Tempo fa la , casa produttrice delle prime TV adatte alla visione domestica dei film in 3d, ne ha sconsigliato l’utilizzo alle donne incinte. Questa vicenda conferma le preoccupazioni della Samsung, anche se in effetti la raccomandazione andrebbe estesa a tutte le donne in generale, a meno che non abbiano preso le necessarie , contraccettive, precauzioni.

I termini più cercati:

Paolo Pigrissimo (collaboratore)

Ti potrebbe interessare anche...

4 Risposte

  1. antonio scrive:

    ottimo blog

  2. Edinaide scrive:

    Bob scrive:Il Pirata resta nei nostri cuori

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)