Benitez insegue il panettone

Benitez insegue il panettoneRafa mangerà il panettone? Dopo l’ennesima sconfitta che ferma l’ a nove punti dalla vetta occupata dai cugini del e il magro bottino di due punti raccimolato nelle ultime cinque partite alla Pinetina l’ di sembra non essere più solo una voce di corridoio al di là delle smentite e delle rassicurazioni (entrambe di rito) di “dentigialli” Moratti.
Non vale nemmeno il ragionamento ormai debole di alcuni “rimarrà perché non ci sono alternative fuori” perché ci sono , vincitore del campionato siberiano e Leonardo defenestrato da Berlusconi pur non demeritando, che scalpitano.
Spalletti sembrerebbe l’opzione più accreditata e anche la più credibile al momento sempre che Moratti decida di fare il grande passo dell’esonero in corsa.
Il presidente nerazzurro non è nuovo a queste operazioni, in passato i cambiamenti in corsa sono stati frequenti e nemmeno tanto tempo fa, l’ultimo avvenne nel 2003 e ne fece le spese Hector Cuper. Ma erano altri tempi, epoche che si era pensato di aver ricacciato in fondo ad un cassetto per sempre.
Si sa che nel il tempo per esultare dura pochissimo e dopo un incredibile prestazione bisogna già pensare a portare a casa il risultato della partita successiva per non essere criticati, ma questa situazione di classifica non può certo andare giu ai molti sostenitori nerazzurri.
Benitez ha molte attenuanti, un’infermeria piena più di un ospedale di Gino Strada e una squadra di giocatori ampiamente appagati dalla stagione fantastica appena trascorsa e provata dai mondiali sudafricani però…
Però i giovani non sembrano poi così vogliosi di vincere, di impegnarsi, di fare la differenza e così chi subentra pare non solo non essere all’altezza ma nemmeno volerlo essere.
E allora si sospetta che Benitez soffra il confronto continuo con il suo predecessore che, giova dirlo, non è stato mandato via ma se ne è andato e si arriva persino a dire che Rafa è troppo bonaccione, troppo soft con i suoi, poco esigente.
Chi conosce Benitez e chi è andato a vedere i suoi allenamenti quando sedeva sulla panchina del Liverpool dice che Benitez è tutt’altro che bonario anzi, si fa sentire eccome con i suoi giocatori ed è molto esigente. E allora? Si è rammollito con l’Inter?
Forse anche in questo ha ragione Benitez, infinitamente più umile e simpatico del suo predecessore (e vabbè non ci vuole molto), che dice: “aspettate a giudicare la mia Inter, adesso va tutto male ma gli infortuni si riassorbiranno e poi la ruota della fortuna gira”.
Infine c’è l’ariete Eto’o che potrebbe rivelarsi una bella tegola sulla testa dell’inter dopo che è stato una bella tegola sul petto di con un’azione di “Zidaniana” memoria. Attenzione però, tutti parlano di prova tv dimenticandosi che se l’arbitro ha visto e non ha ritenuto sanzionabile il fattaccio non c’è prova tv che tenga, in caso contrario tre giornate minimo non gliele leva nessuno.
Staremo a vedere nei prossimi giorni.

symbel (redattore)

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)