Sic! Un altro caduto sul lavoro

Sic! Un\'altro caduto sul lavoroDispiace sentire che il pilota di Marco sia . In gara, travolto da due suoi colleghi.

Dispiace, ma è una cosa calcolata:  gli sport motoristici sono tutti pericolosi, a due o a quattro ruote, e qualcuno che ci lascia le penne c’è sempre, e sempre ci sarà, nonostante tutte le norme e i dispositivi di sicurezza che si potranno pensare e adottare.

Non per questo bisogna pensare di chiudere le gare: semplicemente basta farsi una ragione del pericolo, e non stupirsi degli accadimenti, dopotutto il rischio è ripagato da popolarità e sostanziosi contratti.

Nello specifico si tratta di un pilota mediocre , capace di buoni risultati in qualifica, ma non in gara, dotato sopratutto di una presenza mediatica importante per via della sua folta capigliatura, che lo ha fatto emergere dalla massa , e non tanto per i suoi meriti sportivi, al contrario di qualche suo collega meno mediatico ma piu costante in gara.

Ma non sono i meriti sportivi a determinare la possibilità di salvarsi di un pilota: nella maggioranza dei casi è solo fortuna: basta avere l’ nel momento sbagliato e si finisce al creatore.

Ma si finisce al creatore anche per motivi di lavoro, e quello di Simoncelli era il suo lavoro, senza la diretta tv, basta pensare ai soldati delle missioni di pace, o peggio al muratore che cade dall’impalcatura, dove neanche lo stipendio compensa il rischio di far crescere un figlio orfano.

Come finiscono sottoterra tanti ragazzi, magari emuli di Simoncelli,  nelle strade a cavallo della loro motocicletta: ma diversamente dalla motoGP, non esistono medici pronti a dare soccorso intervenendo all’istante.

Alla fine  dispiace, ma cinicamente c’è da dire che morto un papa se ne fa un altro…

I termini più cercati:

Brian Boitano (redattore)

Ti potrebbe interessare anche...

8 Risposte

  1. Dexter scrive:

    Eterno onore per Marco, ottimo pilota di grande talento, combattivo, il vero erede di Rossi.

  2. Dexter scrive:

    Morto un papa se ne fa un’altro ? Non per i suoi tifosi e per chi gli voleva bene, lui era unico, e sfido a trovare un’altro pilota così, con quelle caratteristiche, con quel modo di fare. Ce ne sono tanti anonimi, lui era speciale.

  3. symbel scrive:

    mi sembra evidente che all’autore dell’articolo Marco Simoncelli, quando era in vita, era molto simpatico :-)

  4. Gargolla scrive:

    gli stessi capelli di Napo Orso Capo, lo stesso accento di Svicolone, ma purtroppo non la stessa resistenza di willy il coyote

  5. Barba scrive:

    vorrei specificare che “popolarità e sostanziosi contratti” li hanno solo pochissimi piloti.
    Chi corre in una delle tante categorie minori al massimo guadagna quanto un impegato, e non ha nessuna popolarità. Il rischio però è lo stesso di un pilota di motogp.

    E attenzione a chimare Simoncelli “pilota mediocre”, perchè se sei in motogp mediocre proprio non sei.

  6. roberto scrive:

    articolo vergognoso

  7. Andrea scrive:

    Vergognati!!

  8. omar scrive:

    Mi fai schifo vergognati sei solo una persona ignorante non ho parole

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)