Ti potrebbe interessare anche...

2 Risposte

  1. Bruno Fabriani scrive:

    Bravissimi artisti con la A maiuscola. Ma definirli madonnari, non è totalmente corretto, anche se alcuni lo sono. Madonnaro è colui che nei secoli, ha raffigurato le immagini della Madonna,del Cristo, delle sacre maternità e delle Sacre icone. Oppure, immagini Mariane, di Santi, di Beati, delle storie della Bibbia e del Vangelo. Questi ” Streetpainting”, come sono chiamati ora, hanno avuto l’intuizione di rielaborare un qualcosa di nostro, il 3D anamorfico. Già nel tardo ‘600, Padre Andrea Pozzo, Gesuita, ingannava gli occhi dei fedeli, creando spazi e visuali, ampliando piccole chiese, con la tecnica dell’anamorfosi prospettica e del 3D. Come Giulio Romano nella sala dei Giganti a palazzo Tè di mantova. Anche in Francia ,con JEAN FRANÇOIS NICERON, si è studiato e creato questa tecnica.
    I madonnari, usano la tecnica secolare del gesso, pastelli, sassi e terre colorate a secco.
    Tanto per informazione.

    Questo è il sito ufficiale dei madonnari italiani, punto di ritrovo e riferimento per tutti gli artisti del settore, italiani ed esteri.
    http://www.madonnari.curtatone.it/

    Grazie per l’attenzione.

  2. symbel scrive:

    Grazie per la precisazione, il titolo è sempre un qualcosa di estremamente esemplificativo e per forza di cose creato per attirare l’attenzione del lettore. Se è servito per stimolare un commento e dare qualche informazione in più circa questa arte ne siamo contenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)