Stupri in salsa indiana

Giustizia in salsa indianaNotizia odierna dall’ è lo stupro di gruppo di una ragazza indiana, di fede induista,  rea di essersi fidanzata con un ragazzo mussulmano e per questo multata.

Dato che la poveretta non aveva disponibilità della cifra (25.000 rupie pari a circa 300 euro) richiesta dal consiglio del villaggio, per espiare la pena il capo villaggio ha disposto che venisse stuprata.

Cosi , in tredici, capo villaggio incluso, hanno abusato della giovane donna in una capanna, finita poi all’ospedale.

Questo a un’anno di distanza dalle prime notizie di   in india che sono riuscite a varcare i confini e di cui si sono occupati i media internazionali, come del caso della ragazza morta in seguito alla violenza subita in un autobus di Nuova Dehli.

Purtoppo l’India è un paese ancora molto indietro su certi argomenti (e una notizia del genere in patria  quasi non fa notizia), basti pensare alla discriminazione della donna, e le blande pene per questo tipo di reati.

Questo dovrebbe fare pensare a come funziona l’opinione pubblica e la in India, anche in considerazione del fatto che sarà una corte indiana a processare i nostri , che svolgevano il loro servizio, ma che per la indiana rischiano di passare per assassini e quindi giustiziati.

Infatti se per loro una donna vale quasi zero, quanto vale uno straniero che ha per difesa personale addirittura ammazzato un’uomo indiano?

 

 

Brian Boitano (redattore)

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

More in Immagini

(1 of 981 articles)